Per l’utenza maschile, oltre ai 60 posti messi a disposizione dal Samaritano e ai 62 dell’asilo notturno Camploy, sono state allestite altre 87 brande attrezzate. I letti somno stati così suddivisi: 20 al dormitorio di via Spagnolo; 20 nella struttura di San Zeno in Monte, gestita dall’associazione Casa Nostra; 3 posti messi a disposizione dalla Parrocchia del Saval, in collaborazione con la Caritas; 20 da Casa Bertoni, del Centro cooperazione giovanile internazionale. Inoltre da quest'anno il Comune, in collaborazione con il Samaritano e Pia Opera Ciccarelli ha messo a disposizione 24 posti al dormitorio di via Corbella, per senzatetto con problemi di salute.

Per quanto riguarda l’utenza femminile, ai 10 posti dell’asilo notturno di via Molise si aggiungono altri 8 posti nel dormitorio di via Nassar e 2 in quello di via Pigna.

Il servizio di assegnazione dei posti è gestito dallo Sportello Unico Accoglienza, che già coordina le richieste durante il resto dell’anno e che si trova all'interno del Samaritano, in via Dell'Artigianato 21/a. Prosegue, inoltre, il servizio delle mense. Agli ospiti degli asili notturni sarà sempre garantita la cena.

Agli utenti del Samaritano, persone che si trovano in uno stato di particolare vulnerabilità, viene data la possibilità di frequentare anche il centro diurno. Inoltre Caritas Diocesana in questo periodo accoglie vari gruppi (Pastorale Giovanile Verona, gruppi scout, gruppi giovani provenienti da altre diocesi) per testimonianze, visite e incontri vari.