Da un'idea bellissima di rete nata tra il Centro Pastorale Giovanile della Diocesi di Verona e Il Samaritano, è stata concretizzata anche quest'anno l'idea di far vivere l'esperienza del Campo Saf di Campofontana a vari richiedenti asilo e ad alcuni ragazzi del progetto Casa Solidale Giovani per ogni settimana.

I ragazzi, ospiti del Samaritano, hanno vissuto l'esperienza del camposcuola in qualità di volontari del Gruppo di Servizio.

Tutti i giovani coinvolti, richiedenti protezione internazionale o italiani, affermano che hanno vissuto un'esperienza favolosa, che avrebbero voluto ripetere. Ma è stata anche un'esperienza importante per i giovani della Pastorale Giovanile che hanno imparato a conoscere i loro coetanei che per una serie di sfortunati eventi o provengono dalla strada o da terre lontane e viaggi difficili. E altrettanto importante per i ragazzi che hanno partecipato ai Saf, che hanno potuto toccare con mano la realtà dei rifugiati e dei senza fissa dimora giovani, realtà spesso sconosciute e magari raccontate (e male) solo dai media.

Il Samaritano e Caritas Verona ringraziano la Pastorale Giovanile per questa opportunità e si augurano che possano esserci moltissimi altri momenti di scambio, accoglienza e conoscenza come questo.