Queste le parole di mons. Gino Zampieri, direttore di Caritas Diocesana Veronese, dopo un anno mezzo di pandemia che ha colpito l'umanità intera e che è stata una dura prova anche e soprattutto per tutte quelle persone che vivono nel disagio e nella grave marginalità.

"Per molte persone, purtroppo, l’anno e mezzo appena trascorso è stato un tempo di prova particolarmente duro. Grazie a Dio, però, sono state molte anche le persone che hanno contrastato il crescere della povertà con un maggior impegno nella carità e, tra questi, ci sono anche tutti gli operatori, i soci e i volontari della cooperativa Il Samaritano. Ripensando a questi mesi di pandemia, potremmo guardare tutto l'impegno profuso, ma non intendiamo compiacerci di quanto realizzato, né illuderci che l’emergenza sia terminata ma vorrei, semplicemente, riconoscere con gratitudine il bene seminato perché “È bene tenere nascosto il segreto del re, ma è cosa gloriosa rivelare e manifestare le opere di Dio” (Tb.12,7).
E mentre le esigenze della carità continuamente affaticano, spesso sorprendono, talvolta travolgono, sempre ci mettono di fronte a noi stessi, possiamo però anche osservare che la risposta della carità ha anche provocato una crescita nella perseveranza, nell’organizzazione, nell’innovazione, nella consapevolezza della forza della comunione.
Si tratta probabilmente di quella “fantasia” della carità, per cui ha pregato Papa Francesco con tutta la Chiesa, e che consiste in gran parte ancora di intuizioni da definire, relazioni da approfondire, situazioni da consolidare: in una parola di una “conversione” da percorrere sulla quale ci siamo appena incamminati.
In questo anno e mezzo una cosa però l’abbiamo afferrata con certezza e non abbiamo alcuna intenzione di lasciarcela sfuggire: in questo nuovo percorso non siamo soli, il Signore è con noi – e questo lo sapevamo già! direte voi (è comunque bello sperimentarlo ogni giorno) – ma è chiaro che Lui non Vuole “singoli” che lo seguono, ma fratelli! e
Vuole che non manchi nessuno: che ci siamo proprio tutti!"

MONS. GINO ZAMPIERI
DIRETTORE DI CARITAS DIOCESANA VERONESE