Il Progetto Esodo riapre le accoglienze dopo il periodo di Coronavirus. La Cooperativa Il Samaritano di Caritas Verona si occupa di gestire l'accoglienza residenziale per massimo 12 persone nella struttura di Via Silvestrini. Oggi ci sono 5 ospiti, con uno appena arrivato che ha dovuto vivere un periodo di isolamento prima di essere accolto, in attesa dell'esito dei tamponi, risultati negativi.

L'accoglienza in Esodo avviene in base ad un progetto personalizzato di reinclusione sociale costruito con le persone coinvolte. Ogni progetto viene elaborato in collaborazione con l'Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Verona, con l'Area Trattamentale del Carcere e con i servizi territoriali che conoscono le persone. L'accoglienza è autogestita dalle persone accolte sul piano della gestione quotidiana, ed è seguita da operatori, educatori e volontari che accompagnano gli ospiti nel loro progetto personale. Dei 5 ospiti presenti oggi, ad esempio, 4 hanno già trovato un lavoro e 2 di loro sono quasi sulla via d'uscita, con il progetto che si sta concludendo e con il reinserimento nella società che sta per avere un nuovo inizio.

Dal 2011 ad oggi, il Samaritano ha accolto più di 100 persone.