San Fidenzio è la casa della Diocesi di Verona dedicata a ritiri e esercizi spirituali. Nei mesi scorsi la struttura ha ospitato temporaneamente 30 uomini con vissuto di fragilità, positivi al Covid 19, ma asintomatici. L'accoglienza è stata possibile grazie alla collaborazione tra Diocesi,  che ha messo a disposizione la casa e il suo personale, Comune di Verona, che attraverso la Cooperativa San Francesco ha gestito gli ospiti, Prefettura che ha garantito la vigilanza del sito e Ulss 9 per il monitoraggio e il supporto sanitario.

Tra gli ospiti anche alcuni provenienti dalla Casa Accoglienza e che oggi, dopo aver avuto la conferma di essere negativi, sono tornati a vivere di nuovo al Samaritano. Molti ricordano quei giorni con tristezza e paura, ma qualcuno di loro desidera anche ringraziare per l'accoglienza avuta in quei giorni così difficili. Qualcuno ha anche voluto lasciare un ricordo a chi si è preso di cura di lui a San Fidenzio, raccontando la sua quarantena attraverso i disegni, come ha descritto Verona Fedele in un recente articolo che pubblichiamo sotto.

Ora San Fidenzio è tornato ad essere luogo di silenzio, spiritualità e preghiera, ma chi ha vissuto questa esperienza di profondà carità non dimenticherà di certo quel periodo.