Scuola di italiano per richiedenti protezione internazionale

Via Muro Padri 20, presso le “Orsoline”, questa è la sede della scuola di italiano per i ragazzi richiedenti protezione internazionale ospiti al Samaritano. Essendo questa struttura già utilizzata come scuola in passato, è praticamente già predisposta per tale scopo. Al momento ci sono una trentina di alunni divisi in 4 classi, 14 insegnanti  volontari che si dividono tra le 6 ore di scuola giornaliere (dal Lunedì al Venerdì) per aiutare i nostri ragazzi nell’apprendimento della lingua italiana e del senso civico. Gli studenti sono suddivisi nelle classi in base al loro livello di comprensione e conoscenza della lingua. Basta passare una singola giornata nella nostra scuola per far riaffiorare ricordi di quando eravamo noi a doverci svegliare la mattina per andare dietro ai banchi di scuola.

Si, perché questa è una vera e propria scuola. Con i registri presenze, la pausa ricreazione, gli orari prestabiliti da rispettare e in più si insegna ai ragazzi a rispettare e tenere pulito il posto dove passano tutte le mattinate/pomeriggi con dei turni di pulizie.

‚ÄčA questo link è possibile vedere: la storia della scuola di italiano del Samaritano.

 

 

Si apre alle 8:45 per permettere agli studenti di entrare e sistemarsi nelle classi, alle 9:00 iniziano le lezioni. Dalle 10:45 alle 11:00 c’è la pausa ricreazione, lasso di tempo nel quale ci si può sgranchire le gambe, bere un bicchiere di tè e sgranocchiare qualcosina prima di riprendere le lezioni fino alle 12:00. Alle 12:00 si chiude per la pausa pranzo per poi riaprire alle 15:00 per altre 2 ore di rinforzo del lavoro fatto il mattino. Le ore del pomeriggio dal 2017 non si svolgono più in Via Muro Padri, bensì presso il Centro Unitario Missionario a San Massimo per permettere ad un maggior numero di alunni di prendervi parte.