La settimana scorsa Parrocchia e Comune di Fumane hanno accolto quattro nuovi ospiti all'interno del progetto SIPROIMI (ex Sprar): tre ragazzi afghani e un pakistano sono arrivati in Valpolicella. Da febbraio la seconda abitazione del progetto era occupata da due ospiti, che quindi oggi salgono a 6, completando così gli spazi di accoglienza.
"Sono giovani che hanno vissuto esperienze dure e che potranno ricostruirsi una vita più serena a Fumane", raccontano i volontari del progetto il giorno dell'accoglienza.