In questi giorni di chiusura generale, alcuni professori di religione hanno iniziato a contattare gli operatori del Samaritano per brevi testimonianze sul loro servizio per Caritas. E' iniziata così la didattica a distanza, attualmente solo con la scuola superiore Copernico di Verona, con un vero e proprio confronto on line tra gli operatori e gli studenti che non si nascondono davanti ad uno schermo, ma si dimostrano molto interessati e desiderosi di sapere come i poveri stanno vivendo questo periodo di quarantena. Le domande vanno a toccare temi più generali e statistici, ma anche argomenti più delicati, come ad esempio il tema della casa: dire di stare in casa ad una persona che una casa non ce l'ha di certo non è facile! Ovviamente, trattandosi perlopiù di classi quarte e quinte, si tocca anche il tema della politica, della gestione del virus in altri parti del mondo e del volontariato.

Nonostante la distanza, l'animazione nelle scuole continua!