VolontariAmo è un'iniziativa di volontariato aziendale del Gruppo Banco BPM, attraverso la quale i dipendenti vengono coinvolti in numerose attività a supporto di realtà che operano nel sociale, organizzati da un ufficio che da Milano coordina le attività in tutto il territorio nazionale.
Per Verona la preziosa collaborazione si è aperta, oltre che con altri enti, anche con Caritas. Già dall'anno scorso, infatti, quasi ogni mese una squadra di dipendenti del Banco BPM si mette a disposizione per una giornata di sostegno "muscolare" sia presso l'Emporio di via Muro Padri sia presso la struttura di accoglienza di via dell'Artigianato. Ecco il resoconto dei quattro volontari dopo l'incontro di giugno al Samaritano:
La nostra mini-squadra di colleghi volontari alla prima esperienza ha risposto con entusiasmo ad una giornata svoltasi in un clima afoso, in un orario impegnativo (dalle 14.00 alle 21.00) di un venerdì. Abbiamo iniziato ascoltando un breve racconto di tutti i servizi offerti grazie al tempo che ci hanno dedicato i coordinatori ed il Direttore del Samaritano e poi... via con patate, broccoli e finocchi da sbucciare e mettere a bagno per la lavorazione e la mano del cuoco! Bottino del lavoro svolto con allegria: 5 cassette di patate donate, 2 di broccoli e 2 di finocchi, pronte per i prossimi giorni di ristoro degli utenti della Casa. Il secondo lavoro, in attesa del servizio serale alla mensa, ci ha portati a scaricare delle derrate alimentari arrivate da poco grazie al circuito delle grandi catene di distribuzione: abbiamo sbancalato dal furgone arrivato nel pomeriggio molti chili di zucchero, pelati, riso e latte e risistemato il magazzino, la dispensa e le celle frigorifere, controllando tutte le scadenze delle merci presenti per non sprecare nulla di quello che viene donato. Prima del turno in mensa abbiamo potuto condividere con i coordinatori della struttura e i volontari della cucina, un momento di preghiera per ricordare il legame con Caritas. Alle 19.15 tutti in batteria a servire i 50 ospiti della struttura che potevano chiedere un primo, un secondo con contorno, frutta e pane, serviti dai nostri intrepidi colleghi ormai integrati ai volontari senior. L’ultima parte della giornata “lavorativa” si è conclusa con il lavaggio di pentole, vassoi e tutto il necessario della cucina, che tutte le sere deve essere lasciata in ordine per il giorno dopo. Un messaggio dei nostri volontari: “Una giornata speciale nel fare cose normali. Donare il proprio tempo agli altri fa bene soprattutto a noi stessi”.  (testo a cura di Michele Grillo, coordinatore di VolontariAmo).